Cosmic Cosmic Cosmic

30 Luglio 2021 - Alice Radi

Influencer VS Creator: quali sono le differenze?

clock Tempo di lettura: 3 min

Influencer VS Creator: quali sono le differenze?

Sebbene sembri che chiunque abbia uno smartphone possa essere un influencer o un content creator, ci vuole molto tempo e spesso anche talento per promuovere qualcosa online.

Può un content creator essere anche un influencer, e viceversa? 

La risposta sta nella metafora del rettangolo e del quadrato: il quadrato può essere un rettangolo, ma un rettangolo non può essere un quadrato.

Ecco, il quadrato sono i creators e il rettangolo sono gli influencer.

Sono due cose diverse, ma condividono alcune sovrapposizioni. E sì, ci sono anche situazioni in cui puoi trovare un content creator-influencer.

Come brand, devi sapere con chi stai lavorando, incluso in cosa sono brave queste persone e dove invece non sono all'altezza di arrivare. Devi sapere cosa offre un influencer o un content creator in modo da poter ottenere il massimo dei risultati per la tua prossima campagna di marketing. 

La differenza principale, quindi, tra un content creator e un influencer sta nella cosiddetta intention.

Content Creators

Un content creator è una persona responsabile dell’ideazione e produzione di contenuti scritti, audio o visivi destinati alle piattaforme social media o blogs. Solitamente, questi contenuti sono molto professionali e di alta qualità

Per poter emergere, un content creator ha veramente bisogno di creare contenuti eccezionali. Spesso queste figure non emergono, infatti, per il seguito che hanno sui social media, ma per il loro lavoro creativo. 

Vantaggi del lavorare con un content creator

  • Alta qualità dei contenuti: i content creator sanno usare gli strumenti creativi e hanno un registro comunicativo molto d’impatto.
  • Talento poliedrico: solitamente hanno abilità orizzontali, ad esempio tra fotografia, video-making e design grafico.
  • Risparmio di tempo e denaro: affidarsi a un content creator fa risparmiare tempo e denaro al tuo brand, attingendo all'esperienza di qualcun altro mentre ti concentri sulla gestione di altri aspetti della tua attività.

Svantaggi del lavorare con un content creator

  • Meno opportunità promozionali: i creatori di contenuti solitamente non hanno il seguito che hanno gli influencer. In realtà, con l’avvento di piattaforme quali TikTok si stanno rimescolando le carte in tavola: da subito TikTok ha chiamato i propri influencers “creators” proprio perché la creatività su TikTok emerge in maniera più preponderante rispetto a piattaforme quali Instagram.
  • Possibile mancanza di processi collaudati: se collabori con un creator inesperto, potrebbe non avere esperienza nel lavorare con i brand. Ciò potrebbe portare ad alcune incomprensioni che potrebbero ritardare la delivery del progetto. 

Influencers

Dalla definizione data da Influencer Marketing Hub, un influencer è una persona che ha il potere di influenzare (per l’appunto) le scelte d’acquisto di altre persone grazie alla sua autorità, conoscenza, posizione o relazione di fiducia instaurata con la propria audience. Inoltre, possiede una follower base che si posiziona in una specifica nicchia di mercato

Gli influencers differenziano dai content creators perché il loro focus, anziché sulla qualità del contenuto, è sull'engagement e sulla costruzione di una community. Hanno infatti un più o meno largo seguito che si fida delle loro opinioni e raccomandazioni. 

Ora vi starete chiedendo: ma un influencer non deve creare contenuti? La risposta è sì, ovviamente. Il punto critico è che la qualità di questi contenuti variano da persona a persona.

Vantaggi del lavorare con un influencer

  • Costruire fiducia intorno al tuo marchio: le persone oggigiorno si fidano più dei consigli di un influencer che delle parole del brand stesso. Quando attingi alla rete di un influencer, prendi in prestito la fiducia che quell’influencer ha instaurato con la propria follower base.
  • Aumento awareness e follower base: la collaborazione con un influencer può aumentare il tuo traffico web e il tuo seguito sui social media.
  • Target specifico per una nicchia specifica: ci sono molti influencer che sono “specializzati” in determinati ambiti. Scegli degli influencer che parlino alla tua stessa nicchia di mercato.

Svantaggi del lavorare con un influencer

  • Competenze limitate nella content creation: Mentre alcuni influencer sono abili nella creazione di contenuti, altri non lo sono. Scegli saggiamente la persona che dovrà creare i contenuti per la tua campagna.
  • Necessaria una attenta analisi del profilo: è di fondamentale importanza esaminare attentamente i dati e le analitiche a disposizione di un determinato influencer. Può capitare spesso di indirizzarsi verso influencer che apparentemente hanno un largo seguito, e scoprire poi che quel seguito è in grande parte formato da profili fake o acquistati. 
  • Crescente sfiducia da parte degli utenti: soprattutto la generazione dei Millennials sta diventando diffidente nei confronti degli influencer, in quanto la percezione è quella che essi accettino qualsiasi collaborazione pur di fare soldi senza nemmeno credere veramente nel prodotto o servizio sponsorizzato.

Meglio collaborare con un influencer o con un content creator?

A seconda delle esigenze del tuo brand, potresti dover collaborare con un creatore di contenuti anziché con un influencer o viceversa.

Come abbiamo accennato in precedenza, oggi la linea di demarcazione fra influencers e creators è sempre più sottile. TikTok, ad esempio, ha da subito indicato i propri influencers con il nome di “creators”, proprio per sottolineare quanto la creatività sia la firma di questa piattaforma. 

Tieni presente che ci sono influencer-creators ibridi là fuori, ma devi avere un occhio acuto per individuare la persona giusta per il lavoro da svolgere!

Alice Radi

Marketing & Communication Specialist

Potrebbe interessarti anche...

22 giugno 2021 - Alice Radi

Perché il tuo brand dovrebbe atterrare su TikTok

Negli ultimi tempi, soprattutto durante questo lungo anno di pandemia, abbiamo potuto vedere come le abitudini di utilizzo delle piattaforme social siano cambiate, e non solo tra gli utenti più giovani.